Riflessologia Plantare

///Riflessologia Plantare

Riflessologia Plantare

La riflessologia plantare è una tecnica del massaggio che utilizza la mappatura precisa del piede per ristabilire l’equilibrio del corpo.  Attraverso la stimolazione e compressione di specifici punti di riflesso sui piedi che sono relazionati  con organi, apparati e sistemi, consente di esercitare un’azione preventiva e d’intervento su eventuali squilibri dell’organismo.

Questa tecnica preventiva e curativa ha effetti positivi su vari disturbi e disfunzioni in quanto stimolala circolazione, il sistema nervoso ed il sistema immunitario e così favorisce il rilassamento, migliora la circolazione, riduce il dolore, lenisce i piedi stanchi ed è utile in caso di congestione e tensione, aiuta contro di mal di schiena, la cistite,  l’ansia, lo stress e stimola l’autoguarigione.

Come funziona?

Il Riflesso è l’attività fondamentale del sistema nervoso e condiziona e regola i rapporti tra gli organi e i sistemi interni, come anche la relazione tra corpo e ambiente esterno.

Gli organi sono componenti inseparabili nella unita’ e integrità del corpo umano, connessi tra di loro per via vascolare, nervosa ed energetica e direttamente con le zone riflesse corrispondenti.

La Riflessologia Plantare è una tecnica curativa già conosciuta e utilizzata millenni fa. I primi trattamenti realizzati massaggiando i piedi risalgono intorno al 5000 a. C. in Cina e India.

I nostri piedi sono organi altamente sensibili (su ognuno di essi sono presenti circa 7.200 terminazioni nervose) e hanno un’importanza che va oltre il loro “naturale compito”, perché reggono il microcosmo dell’essere umano. Per questo devono essere sani e stabili.

La Riflesso-terapia é molto efficace sia nella prevenzione che nella cura delle molte disfunzioni di tutto il corpo, elenchiamo i sei principali rimedi:

(…leggi di più)

  • Stimolazione nervosa, basata sulla relazione fra le terminazioni dei nervi presenti nelle zone riflesse ed il punto in cui è presente il dolore. La pressione sulla zona riflessa invia comunicazioni al cervello, stimolandolo ad intervenire sul problema riscontrato.
  • Liberazione di ormoni, fondata sulla scoperta del controllo del cervello sull’apparato endocrino. Cosi è sufficiente massaggiare le zone riflesse doloranti, per stimolare il cervello a liberare ormoni cerebrali, quali l’endorfina, con conseguente azione terapeutica.
  • Stimolazione del sistema linfatico, favorita dalla pressione di alcuni punti riflessi che aiuta l’accelerazione della circolazione linfatica con benefici su tutto l’organismo.
  • Stimolazione del sistema sanguigno, con lo scopo di migliorare la circolazione e diminuire la presenza di scorie nel corpo.
  • Potenziale elettrico, che si crea tra varie parti del corpo. In base al modello della riflessologia, i punti riflessi sono paragonabili agli interruttori mentre gli organi svolgono la funzione di accumulatori e quindi agendo sugli interruttori si riattiva la circolazione elettrica.
  • Influenze psicologiche, spiegabili con la grande importanza che la mente riveste sulla origine dei disturbi fisici.

La riflessologia è indicata anche nel caso di dolori e disturbi funzionali tipo l’indigestione, la tensione nervosa l’emicrania, grazie alla liberazione di endorfine e per ripristinare l’equilibrio delle ghiandole endocrine.

Ogni terapia parte dall’osservazione della persona, della sua postura, dal suo modo di muoversi e di camminare. E ovviamente si osservano i piedi, la loro posizione, le loro tensioni e la loro forma.
Un altro principio basilare della riflessologia è quello olistico che vede l’uomo come un essere unico, un sistema indivisibile, avente ogni sua parte collegata con le altre.
Generalmente il trattamento dura circa 50-60 minuti per cicli di 9-12 sedute.

Investi bene

35
  • 30 min

Investi bene

55
  • 60 min

Pacchetti massaggi

- 10%
  • se prenoti 4 sedute
2019-03-15T19:10:57+00:00